Archivi tag: vacanze

VENEZIA STYLE! Come Non Perdere i Gemelli

Standard

giro in gondolaVisto che questo mese di “vacanze” italiane lo sto prendendo come il periodo degli esperimenti, il 25 aprile, giorno di San Marco, ho avuto la geniale idea di andare con famiglia e bambini in gita a Venezia. Quale giorno migliore per visitarla in piena pace? Lontana da turisti o fedeli? Senza folle opprimenti? 😉
E invece no! Con mia grande sorpresa – fatta eccezione per il treno da trasporto schiavi sul quale abbiamo viaggiato stipati come solo le FS sanno fare – la sempre bellissima cittá di Venezia non era cosí affollata come credevo anzi, l’ho vista poco gremita.

Prima di partire peró la mia preoccupazione numero 1 erano i gemelli e la possibilitá di perderli tra la folla… Giá me li vedevo rincorrere piccioni o saltellare via in direzione dei ponti (li attraggono un sacco)…Per sentirmi quindi un po’ piú tranquilla decisi di mettere in atto due “mezzi di contenimento ansia/bambino“:

1) infilo nella tasca di ogni bimbo un fogliettino su cui c’era scritto “ Ciao, mi chiamo Leonardo/Alessandro e mi sono perso. Chiama la mia mamma a questo numero 328- – – – –

2) visto che le bretelle che usavo quando erano piccini oramai non hanno una lunghezza adatta alla loro necessitá di movimento, mi procuro due nastri di raso bianchi, di un metro e mezzo più o meno. Me ne lego un estremo ai jeans e l’altro ai loro pantaloni. Alla fine sembro una piovra con due lunghi tentacoli iperattivi e a forma di bambino. Leggi il resto di questa voce

Annunci

PEPPA PIG VA IN ITALIA (PIÚ O MENO..)

Video


Pochi giorni fa i bimbi stavano guardando un episodio di Peppa Pig. Il titolo della puntata era: “Peppa Pig va in Italia”. Non ho potuto evitare di guardarlo. I gemelli erano E- STA-SIA-TI: il protagonista di uno dei loro cartoni preferiti andava propio in ITALIA! Leo non stava nella pelle (e sul divano)…sghignazzava contento nella speranza (credo) di poter vedere sullo schermo l’Italia che conosce ed ama. Nonni compresi.

La famiglia di maiali sempre contenti vola quindi verso il Bel Paese. Appena scendono si stupiscono per l’ottimo clima ed il sole ammagliante. Fin qui tutto bene… Poco a poco peró, inziano a venire a galla i piccoli luoghi comuni che evidentemente si insegnano ai bambini fin da piccolissimi. Ecco quello che i 4 british pigs hanno constatato: Leggi il resto di questa voce

REDUCE DA UN MATRIMONIO STILE BEAUTIFUL POSSO TORNARE A SCRIVERE!

Standard

stile beautifulBuongionro a tutti! Sono scomparsa da un bel po´, lo so, ma la colpa è del caldo, delle vacanze, dei gemelli in vacanza, dei parenti, dell’Italia, della Croazia, delle cacche di Leo disseminate ovunque, dei matrimoni, ecc… Un mese di fuoco in cui mi sono sucesse davvero un sacco di cose che vi racconteró giorno dopo giorno.
Quello che piú mi piace peró è vedere che il blog si autoalimenta: da quando non c’ho piú messo mano, ha continuato a raccogliere visite e letture di buona portata: grazie!!!! Devo dire che il merito è sempre di un paio di argomenti che evidentemente inquietano le mamme internaute:

la scialorrea (ahahah sto diventando lo sfogatoio di tutte voi!)
la dermatite nei bambini
le adozioni

Se eliminiamo i post “adozioni”, si evince che (come del resto è assodato) gli esseri umani usino internet un po’ a “dismisura” quando si ammalano o credono di essere ammalati. Lo dico perchè ho scritto solo un paio di post relativi a questioni di salute e sono di gran lunga quelli che raccolgono maggiori visualizzazioni :-). Faró del mio meglio: ho in serbo di raccontarvi di una “scoperta” che ha praticamente reso immuni i miei gemelli da raffreddori, otiti e catarro 😉 

Il mio prossimo post sará peró una sorta di report socioculturalantropologico. Vi dico solo che ho partecipato ad un doppio matrimonio (2 coppie di sposi, si, avete capito bene), con scenario degno delle migliori puntate di Beautiful, e…tenetevi forte…con: rito buddista, musulmano e ortodosso insieme!!! A, non vi ho detto che, le coppie erano cosí assortite: 20enni le sposine, over 50 gli sposi ed una delle donne era figlia di uno degli sposi. MITICO!!! Stay tuned!

NONNI A MARBELLA = MAMMA IN VACANZA (QUASI)

Standard

nonneE poi finalmente arriva l’estate, i miei prendono l’aereo, arrivano a Marbella ed io sgancio loro i pupi.
La mattina lavoro in santa pace, non mi devo preoccupare del pranzo e della cena, di pulire casa, stirare, ecc.. tutto si fa con molta piú tranquillitá o non si fa proprio perchè ci pensa l’insostituibile mamma/nonna (grazie Luisa <3).

Avere i nonni qui mi fa pensare a come sarebbe facile se vivessi piú vicina alla famiglia. Sarebbe tutto molto piú diluito.

Questi i Pro della loro presenza:
– aiuto, aiuto e ancora molto preziossisimo aiuto
– ho chi mi da delle idee su quale sará il prossimo pasto
– i gemelli non assillano solo me
– I gemelli mangiano senza fare tanti capricci
– non tocca sempre a me lavare la cacca nelle mutande di Leo
– la casa si riempie di nuovi giochi (che io nascono con il proposito di ritirali fuori non appena i nonni se ne saranno andati)
– non tocca a me spalmare la fastidiosa crema solare su due corpi perennemente in movimento
– non devo sgonfiarmi i polmoni gonfinado 4 iningonfiabili braccioli
– al mare posso stare sdraiata a prendere il sole
– in casa mi ritrovo con degli oggetti magicamente aggiustati (cose che secondo Raffa erano irrrrrreparabili)
– dalla piscina posso uscire quando mi pare e mi piace senza sentire urla e strilli
– qualcu’altro si alza al posto nostro quando di notte, i pupi si svegliano
– qualcun’altro lava i biberon (è un’operazione che O-DI-O) Leggi il resto di questa voce

LUNA DI MIELE IN RIVIERA MAYA…ARRIVIAMOOOO!

Standard

Sono le 6.30 di giovedì 16 agosto e non riesco più a dormire per via del fatto che sono nervosa all’idea di ritornare in Italia! Yessssssssss! Questo pomeriggio si torna a casa e dopo quattro lunghi mesi i gemelli rivedranno i loro amati nonni e zii italiani = io inizio le vacanze e che vacanze: un lungo mese denso di eventi quali addio al nubilato, matrimonio e finalmente luna di miele!

Ieri ci siamo decisi: siamo entrati in un’agenzia e abbiamo chiesto quali fossero le possibilità di partenza con così poco anticipo di prenotazione…non ci hanno offerto molto, anzi, una sola destinazione: Cancùn! Riviera MayaMessico! Biènnnnn…

Lo so, lo so: è un po’ cateto. Finiremo in uno di quei classici hotel che ho sempre evitato: mille stelle per turisti rimbambiti che non si muovono dal villaggio e che si adornano di un brutto braccialetto di plastica…ma cosa dovevamo fare se ci hanno proposto solo quello?! E poi, diciamoci la verità: dopo un anno e mezzo di gemelli no stop, senza aiuti di alcun genere, l’idea di farmi una vacanza da bagascia impoltronita mi va benissimo. Ad ogni modo so che le cose non andranno così: abbiamo fatto un affarone, il viaggio è un 2×1 e quindi, tutti quei soldi risparmiati ce li godremmo in avventurose escursioni! Yessssss

Va beh, tutto questo per dire che non scriverò nulla di nuovo per un bel po’ e che appena ritornerò a Marbella avrò mille e mille cose da raccontarvi (para la felicidad de Manuel Chica Moral que dice que soy una pesada :-P)

Buone vacanze a me!

BAMBINI AVVELENATI, PISELLI NUDI ED AMICHE OTTANTENNI Il bilancio della vacanza a Cabra

Standard

Siamo tornati! Vacanza del terrore terminata e devo ammettere che di pauroso c’è stato qualche evento sì, ma che non aveva nulla a che vedere con i fantasmi. La casa è meravigliosa: enorme, antica e decoratissima (anche un po’ troppo) e conserva ancora quel fascino da vita campestre stile primi del ‘900. Un vero salto nel passato!

Di pauroso c’era solo il lungo corridoio buio che portava al bagno. Vi dico solo che le pareti che lo componevano erano “ricamate” da simpatiche finestrelle che davano su tre camere da letto (una più tetra dell’altra) e che, manco a dirlo, avevano l’optional di solide e grosse sbarre di ferro. Avete presente quelle delle prigioni? Uguali. Non mi spiego ancora perché delle stanze per dormire debbano avere delle inferriate del genere. Inoltre, ogni camera era dotata di una vecchia porta in legno bloccata con un lucchetto arrugginito. Sarete d’accordo con me se dico che cresce l’ansia quando di notte vi dovete alzare per andare a fare pipì e vi ritrovate a percorrere un corridoio del genere…

Ad ogni modo la “vacanza” è trascorsa tranquillamente: no fantasmi. Con questo non voglio dire che tutto sia trascorso tranquillamente perché comunque ero in compagnia di suoceri e bisnonna dei gemelli. Uff….quanta pazienza, ma non vi voglio annoiare con le solite beghe tra parenti acquisiti (o quasi).

Vi lascio con un elenco dei momenti salienti della settimana:

Leggi il resto di questa voce