Archivi tag: indagine

ASSILLI AMICI E PARENTI PARLANDO DI TUO FIGLIO? ALLORA AIUTA ELENA!

Standard

Elena T.Quand’ero all’Universitá, per ovvi motivi didattici, mi sono spesso dedicata all’elaborazione e all’analisi di indagini sociologiche e, in un caso in particolare ho sputato sangue e sudore per venirne a capo. Mi riferisco ovviamente alla tesi magistrale che ho portato a termine solo grazie ai numerosi volontari che si sono prestati gentilissimamente alle mie interviste qualitative (infiniti interrogatori ruba tempo al quale non avevano modo di sottrarsi una volta compresa la complessa e noiosa natura). Insomma…sono cosí grata a quelle pazienti persone che ho spesso pensato che prima o poi avrei dovuto restiture il favore prestandomi come intervistato.

Che centra tutto questo con il mio blog e con l’argomento che in esso la fa da padrone? Vi svelo il collegamento.

Elena è una studentessa dell’Universitá di Padova che sta svolgendo un’indagine sullo “Sviluppo del Bambino da 0 a 12 anni“. Si tratta di uno studio scientifico il cui obiettivo consiste nel creare una versione italiana del Developmental Profile 3, uno strumento che analizza i processi di sviluppo cognitivo dei bambini.

Partecipare all’indagine è a mio parere: un momento per riflettere sulle tappe vissute dai nostri figli, un motivo di impegno extrapersonale e soprattutto un segno di sensibilitá nei confronti dei poveri studenti italiani che, come sappiamo, hanno ed avranno molte gatte da pelare. Visto che a noi genitori piace sempre tanto parlare dei nostri figli, facciamolo in modo costruttivo ed aiutiamo Elena e la ricerca!

Tutte le indicazioni sul cosa, come e quando sono reperibili nel breve file che potete scaricare cliccando qui.

Per contattere Elena scirvi ad: elena.tonazzolli@studenti.unipd.it

Genitori…partecipate nuomerosi!
Elena fammi sapere come va 😉

 

Annunci

A CACCIA DI DENTISTI DISONESTI (Versión española)

Standard

M~ p17ma01/11p clr/teethDopo lunghe settimane di vacanza, passate in compagnia della rumorosa, numerosa, festaiola famiglia spagnola, siamo tornati alla vita routidinaria e quindi al nostro oramai dimenticato blog. Buon giorno a tutti amici! e Buon Anno…certo…

Inizio il 2013 con una delle mie solite lamentele questa volta destinata alla categoria dei dentisti. Bastardissimi dentisti.

Come alcuni di voi sanno, poche settimane prima delle feste di Natale mi sono armata di coraggio e decisa ad andare da un dentista. Sicura di avere una nuova carie, dopo due anni di astinenza da trapani e uncini argentati, mi metto quindi alla ricerca di un professionista in quel di San Pedro de Alcàntara. Il fatto di essere nuova della zona implica l’amara conseguenza di non avere idea di chi siano i bravi e quali i dentisti poco seri. Entro quindi nella prima clinica che vedo e mi faccio fare un controllo. Il risultato? 5 CARIE! 5!!!! 5 come le dita di una mano!!! Ma stiamo scherzando??? Come faccio ad averne 5 e non essermene mai accorta? Quì gatta ci cova…

Visto che i gemelli sono all’asilo, ho ancora un paio di ore per sentire pareri diversi. Mi rivolgo ad altri due dentisti e????
Il secondo – un uomo sulla sessantina (che dice di essere discendente italiano) – mi trova 2 carie: una è quella che effettivamente sapevo di avere (e per la quale, a suo dire, avrei bisogno di curare e di isolare con una bella “funda” da 300 euro) mentre la seconda si trova su uno dei miei 4 bellissimi incisivi superiori. Inutile dire che non ci credo visto che non vedo nulla di strano e tantomeno me ne sono mai accorta. In più ciliegina sulla torta, questa seconda carie non coincide nemmeno con una di quelle diagnosticate dal primo medico. What the hell!

MA COME SI FA! COME PUÒ ESSERE! Anche questo dentista è scemo???? Che mondo strano…

Per scongiurare ogni evenienza gli chiedo di controllare bene e lui, sicuro del fatto suo, dice di non vedere altre carie. Va beh….ciao signore pseudoitaliano.

Terza clinica, terzo parere. Ambiente bianco, luminosissimo, raffinato ed elegante (minchia…qui sicuramente gli impasti mi costeranno un sacco). Appesi ai muri innumerevoli diplomi tedeschi, amercani ed inglesi tutti di appartenenza di una bellissima (ed avvenete) dentista. Oh, finalmente una donna! Io amo la professionailtá femminile: non me ne voglia nessuno ma nella mia vita tutto quello che è stato fatto da una donna è risultato molto piú curato del lavoro di un uomo. Uomini, mettetevi il cuore in pace…. Leggi il resto di questa voce