Questa pagina la vorrei riempire con l’aiuto delle mamme; di quelle mamme che usano internet per confrontarsi, chiedere informazioni, consigli o per condividere esperienze. In poche parole, avrei piacere che sotto forma di commento, mi segnalaste argomenti di discussione su cui magari, potrei scrivere un post. Mi piacerebbe infatti raccogliere i pensieri di molte per tirare le somme del complicato mondo delle mammose.

Vediamo cosa ne viene fuori!

»

  1. Mi piace questa idea!!! Io vorrei confrontarmi su mille cose! Come fai addormentare i tuoi bimbetti? Com’è andato lo svezzamento? Qual è stata la loro prima parola? Come cavolo fai a gestire due bambini che io non riesco nemmeno a seguire me stessa??? 😀 Adesso mi faccio un bel giro del tuo blog mentre Piedona dorme… chissà che io riesca a trovare un po’ di risposte! B.

  2. Oooo…finalmente una mamma interessata al confronto! mi spiace però, è inutile che spulci il blog alla ricerca dei temi di cui parli…non ho ancora scritto nulla di tutto ciò! Ecco quindi che colgo al balzo il tuo consiglio pubblicando (al più presto) un post dedicato a…”Come cavolo fai a gestire due bambini che io non riesco nemmeno a seguire me stessa”. Grazie ancora e a prestissimo!

  3. posso dire la mia relazione . Mamma non serva la carriera lavoro perche’ importante concentra bene piccoli 0 fino 14 anni bambini capiscono bene poi donne vanno a lavorare flessibile orario per rispetta molto per figli invece donne e mamme sono matte sognano la carriera uguale uomo non e’ esiste solo importante delicato molto per bambini hanno bisognati a vicino con le mamme non pensano niente lavoro non vale niente solo importante :

    mamma deve fare a concentrare i figli 0 fino 14 anni bene

    – lavoro matto
    – orario lavoro matto
    – soldi matto

    perche’ mamma non pensano figli solo importante soldi pero’ mancano figli come cane non accordiamo….

    consiglio le mamme non servano niente la carriera e lavoro e soldi

    solo importante figli se le mamme vogliono a lavorare pero’ importante figli dopo lavorano…

    – carriera no
    – soldi no
    – prepotenti uguale uomo no.

    la mia proposta sono giusto si o no dimmi

    • Ciao Stefania, in linea di massima credo sia corretto quello che dici, nel senso che è giusto che i bambini vengano seguiti il più possibile dalla madri. Allo stesso tempo però, io sono una di quelle che vorrebbe anche avere un lavoro oltre ad essere mamma. Non credo sia per una questione di “arroganza” come dici tu (anche xè secondo me, non si deve essere per forza arroganti per poter aspirare ad un lavoro che piace e che ti permette di far carriera) ma semplicemente di “autorealizzazione”. Io mi sento molto appagata nello stare ed avere i miei bambini ma ho comunque bisogno di fare anche dell’altro e non è certo per i soldi (che comunque raramente si guadagnano in quantità appaganti). Ho bisogno di fare dell’altro perchè il mio cervello mi chiede anche di stare con degli adulti stimolanti, di essere continuamente solleticato nel fare al meglio un qualchecosa che esuli dal contesto famigliare. Inoltre, voglio potermi realizzare sotto il profilo lavorativo perchè quando i bambini saranno cresciuti e non avranno più bisogno di me, che cosa mi rimarrà? Una casa da pulire e una pila di roba da stirare? No, grazie. Quel giorno morirei dentro e conseguentemente i miei figli si renderebbero conto di non avere una mamma felice…il che non è positivo nemmeno per loro.
      Non voglio fare carriera, voglio solo fare dell’altro. Anche perchè ci sono tante forme di essere mamma ed ognuna, secondo me, si realizza al meglio secondo i propri canoni di felicità. Esigenze diverse, mamme diverse. L’importante è che non manchi mai ai bambini il senso di protezione e l’amore che solo una mamma può dare e sono sicura, che (quasi) ogni genitore fa sempre del suo meglio per rendere i figli felici.

      Per tutte queste ragioni, Stefania, sono d’accordo con te che una madre se può deve stare il più possibile con i figli, ma nel caso in cui il “suo essere”pretenda anche dell’altro, deve comunque cercare di appagarsi per non cadere nella frustrazione. Non siamo tutti uguali ed è giusto così.

      Grazie per il tuo apporto!

    • Riguardo mamma e carriera: non sono d’accordo che Una mamma dovrebbe stare con I figli esclusivamente fino ai 14 anni.. Non vuol dire essere Una mamma migliore e neanche farli piu’ felici! alla fine si arriva comunque ad Una frustratione che I figli sentono..e questo e’ Sano?io punto Sulla qualita’, Quando sanno che possono contare Su di te, si sentono amati e sicuri. E poi Quando crescono e prendono le loro strade Cosa si fa? Su sente un mega vuoto, ci si sente perse e non si sa da dove iniziare. Te lo dice una che vuole evitare questo: sto studiando, lavoro ma Sono serena e realizzata, piu felice con j miei bimbi..

    • Stupendo! va beh che il mio blog è recente ma faccio una così gran fatica a far decollare questa sezione! Le mamme devo essere troppo prese per avere tempo per queste cose. Ad ogni modo io ti prendo in parola: ci sentiamo presto!

      • Ho scoperto che la Mia bimba di due mesi si addormenta con:1) Quando passo con l’aspirapolvere e 2) Quando Ho il’asciugacapelli accesso!! Smette di piangiere istantaneamente.
        Qualcuna di voi ha Qualche stana tattica?

      • Porca vacca ALe, magari i miei dormissero con i rumori forti…quelli non dormono nemmeno con il pieno silenzio. Siamo stanchissimi….alla veneranda età di 22 mesi non fanno ancora una notte filata, si svegliano un sacco di volte e noi non riposiamo mai. Raffa inizia a perdere le staffe…poveretto: dormire si e no 3 ore per notte e poi andare in tribunale non deve essere facile e quindi è sempre meno paziente e meno gentile. Uff….CHE QUALCUNO MI DICA COME SI FA A STORDIRE DUE GEMELLI PER ALMENO 6 ORE DI FILA!!!! Senza arrivare ai sonniferi certo…

        P.S. Grazie mille cara Alessandra per tutto il tuo supporto!

    • Sto ritornando da Londra dove la mia suocera ha 2 gemelle di 4 anni, queste bimbe la sera alle 7:30 dopo che lei li legge la storia e li da i bacini si addormentano e dormono fino la mattina alle 7!!
      Mi ha spiegato che ci vuole organizzazione, e lasciarli che si addormentano da soli perché addormentar si è una cosa che devono imparare da soli!!! Da piccole usava la musica le canzoncine dolci, la lampada con le lucine che girano…
      Io ho un bimbo di 9 mesi che si addormenta in lettone con me facendoci le coccole, e bello da morire ma penso che dovrò cambiare tattica!

      • Grazie ssoana! Speriamo che con il tempo anche i miei imparino a dormire come si deve…ma la vedo dura. Il fatto è che anche noi li abbiamo sempre lasciati che si addormentassero soli e infatti il problema non è che non prendano sonno, bensì che si svegliano un sacco di volte per notte. ufff…la tua mi sembra una tattica dolcissima…goditela finchè puoi! Un abbraccio e grazie per aver visitato il mio blog.

      • Ciao, sono anna mamma di una bimba di quasi tre anni e due gemelli di un anno. Sono convinta che il metodo migliore sia che si addormentino da soli. Anche uno dei nostri gemelli tendeva a svegliarsi parecchio di notte e abbiamo passato parecchie settimane con risvegli ripetuti anche ogni ora e mezza a mettere ciucci di continuo…abbiamo risolto col il metodo del libro Fate la nanna di Eduard Estivil e Sylvia de Béjar, può sembrare sadico ma il risultato è quasi sempre garantito. E’ un libretto che si legge velocemente, provare non costa niente…(oppure, costa solo sentire piangere per qualche giorno e resistere 🙂 un bacione a tutte

      • anche noi abbiamo provato il metodo del Dott. Estivil ma non ha riscosso grande sucesso..anzi… 😦 Ad ogni modo la cosa si è poi risolta naturalmente e ora riusciamo a farci delle dormite che durano anche 6 ore! bene, no?
        UNa cosa Anna, voglio invece chiederti…tu come risolvi la questione dei continui litigi tra di loro? i miei sono proprio esasperanti…qualciasi cosa è motivo di litigio e ogni 3 minuti sono botte da orbi. So che è normale ma non so bene fino a che punto…

  4. Si ma si sveglia appena lo spengo eh!ieri ho trovato John con l’asciugacapelli acceso in mano di fronte la culla che mi fa , mi dai il cambio?tienilo tu in mano che vado a cucinare?!! What? Ok e’ Una trovata
    Per rilassarla ma non dura e non e’ pratica.
    Ma veramente I tuoi fanno ancora le ore piccole? Ma e’ uno che sveglia l’altro o tutti e due? Coraggio.. Siete proprio una forza. Con Daniel mettevo la radio kinda nella culla con musica classica( a volume basso) e partiva…:-)

    • Ciao Mammine,

      mi unisco volentieri ai commenti che ho letto sopra e ringrazio Ale che mi ha indicato questo blog perchè se anche il tempo non mi avanza come credo a tutte voi mi piace sempre molto parlare di questi argomenti per me molto freschi.
      Il mio bambino farà 9 mesi il 16 novembre e dal 13 rientrerò a lavoro. Non mi posso definire una mamma in carriera ma piuttosto una mamma che ama al primo posto suo marito e suo figlio ma poi anche il lavoro e le sue numerose passioni prima fra tutte il canto. In questi mesi mi è capitato di fare 4/5 serate con il mio gruppo e se il tempo lo permetteva i miei uomini venivano sempre ad ascoltarmi altrimenti se ne stavano tranquilli tranquilli a casa e quando tornavo da loro molto felice e realizzata l’atmosfera della mia casa mi sembrava ancora più bella e piena d’amore. Vi dico questo perchè io non sono d’accordo con quanto scritto da te Stefania che tassativamente le madri non si devono staccare dai figli finchè non diventano teenager perchè so per esperienza personale che questo non giova alla presa di coscienza di se dei nostri figli e alla loro autostima e autonomia.
      Io ho avuto una mamma che mi ha amato a tal punto da riversare tutto il suo tempo e i suoi interessi su di me e la mia crescita con il risultato che io non ho saputo dormire fuori casa fino a 15anni!!gli estranei mi inibivano sempre molto e sono cresciuta con il pensiero che non avrei mai potuto fare le cose bene come mia madre!!!finchè a vent’anni ho aperto gli occhi e sono andata quanto più lontana da lei (a Londra e lì ho conosciuto Ale!) per disintossicarmi e sono diventata con estrema fatica quella che sono adesso ossia una donna autonoma e indipendente che continua comunque a volere molto bene alla sua mamma perchè sa che i suoi errori sono stati dettati solo dal troppo amore. Quindi sintetizzando sono d’accordo sul fatto che ciò che conta è il tempo di qualità e non la quantità di tempo che trascorriamo con i nostri figli!

      Per quanto riguarda l’addormentamento io ho trovato immensamente utili 2 cose:
      1. un pupazzino che avevo comprato durante la gravidanza e con cui ho dormito per qualche mese prima che nascesse Ian. Avendo preso il mio odore ed essendo i neonati molto sensibili all’olfatto lo calmava molto quando era piccolo piccolo, ora lo usa sempre per la nanna.

      2. su indicazione di una neonatologa mia amica avevo fatto fare un tubolare di gomma piuma rivestito di stoffa che utilizzavo nella carrozzina e nella culla a mo’ di zeppa per farlo sentire più avvolto…questo perché ho imparato che uno dei traumi più grandi dei neonati è la mancanza di confini che erano invece continuamente presenti nella pancia della mamma. Con Ian funzionava!

      Poi ovviamente i primi 3 mesi mi sono fatta i muscoli a spingere la carrozzina avanti e indietro per fargli prendere sono e adesso lo faccio con il lettino a sbarre ma dopo 10 spinte già dorme. Per i bambini più grandi però ancora non saprei ci devo arrivare…

      Sicuramente dipenderà anche dal carattere del bambino comunque tentar non nuoce…

      UNA DOMANDA: come fate ad aspirare il naso dei vostri figli con il raffreddore??ho provato varie volte con l’affarino a posta, provocando urla indicibili, ma niente…eppure ci sarebbe di che aspirare…

      p.s. Ale la tecnica del phon me l’aveva insegnata un mio collega ed effettivamente immobilizzava anche Ian!!!però la praticità è un’altra cosa hihiihihihii

      • GRazie Arianna! il tuo è un contributo su più fronti! Purtroppo però, per quanto riguarda il sonno dei gemelli, le tue sono tecniche che purtroppo non funzionano più 8 a 22 mesi). Il pupazzetto che anch’io avevo preso quand’ero incinta è un oggetto indispensabile per andare a letto e rilassarsi ma il problema comunque sussiste per via del fatto che Ale e Leo si svegliano durante la notte. Non rimangono svegli molto ma ad ogni modo è un’abitudine insopportabile perché Raffa ed io non dormiamo mai veramente. Io vorrei solo capire se è normale che si sveglino tante volte o se devo iniziare a “sedarli”affinché prendano un ritmo normale. Non è che potresti chiedere un consiglio alla tua amica neonatologa? Se poi volesse scrivere di sua mano…sarebbe meraviglioso! Grazie ancora!

        P.S. io il naso dei gemelli lo svuoto con la siriga piena d’acqua..me l’ha insegnato il pediatra e sebbene faccia un po’ impressione, vi assicuro che funziona benissimo!

      • Io uso siringa e fisiologica! Piedona appena mi vede arrivare con la siringa strizza gli occhi e gira la testa dall’altra parte!! Furbona!!!

      • Ari,hai proprio centrato il vero problema della mamma che Si butta drasticamente Sui figli.. Meglio qualità e serenità!

        Sofia stanotte ha dormito tutta la notte non stop da mezzanotte alle 6.30 am! Iuuuu uuuu… Speriamo bene.. Vi dirò se si ripete stanotte.. È vediamo se la teoria e’ vera… Domani mattina tra l’altro ha il suo primo vaccino …

  5. Ragazze ma ho una domanda: i vostri pargoli non hanno mai dormito di filato di notte oppure prima sì e ora non più? Perché la mia Piedona dorme da sempre (o meglio da quando ha fatto un mese e mezzo) tutta la notte e ho il TERRORE che perda questa abitudine con il tempo… Per questo vorrei capire se è sempre stato così con i vostri oppure se una volta che l’abitudine è consolidata rimane… B.

    • Max, fino ai tre mesi si svegliava ogni tre ore precise…poi, di botto, a tre mesi e giorni uno ha dormito di filato tutta la notte, tutte le notti…nemmeno quando ha messo i denti (quattordici mesi il primo) si è mai svegliato. Quindi, tranquilla. Le buone abitudini salva mamme non si perdono.

      • Questo mi rincuora molto, moltissimo! Speriamo!! Sembra che ora stia anche imparando ad addormentarsi da sola senza essere portata in braccio per ore. Speriamo perché ho la schiena rotta! Ma non canto vittoria finché non lo fa per almeno un mese di fila!!!!!!!!!!!! 😀 Un abbraccio!

  6. Ho una domandona ragazze!! Ma voi l’ovetto in auto l’avete sempre lasciato contrario al senso di marcia? Ma non si può mettere diritto??? Io ho il sistema isofix e si potrebbe, non capisco se non mi mette per questioni di sicurezza o perché… Mi dite voi come vi siete comportate? Grazie! Baci a tutte

  7. Io l’ho sempre messo dietro perchè con i gemelli non potevo fare altrimenti…ad ogni modo credo che metterlo davanti e in senso contrario a quello di marcia sia comunque più comodo per gestire il pupo, no?

  8. La mia è sui sedili posteriori ma contraria al senso di marcia. E’ molto comodo se guida mio marito perché io sto dietro con lei… ma se siamo sole io – da davanti – non la vedo e mi chiedo cosa starà mai facendo!!

  9. Mangiare e bimbi:
    Evan ha 9 mesi e mangia 4 volte al giorno, 2 biberon di latte e 2 volte papete(brodo, pastina, 2 cucchiai di legumi frullati, mezzo vasetto di omogeneizzato o della carne preparata in casa) , qualche biscottino e del succo!
    Voi cosa preparatte ai vostri piccoli?

    • Ma più o meno, a quell’età io facevo ai gemelli le tue stesse cose. Magari alternavo la pastina al riso…giusto per cambiare un po’. Quello che però faccio spesso, su consiglio di diversi pediatri, è quello di inserire nella cottura del brodo, alcune alghe. Vanno bene quelle di qualsiasi specie purchè comperate nei negozio bio e provenienti dal nord Europa. Le alghe infatti, sono una fonte inestimabile di sali minerali, vitamine, iodio e a cambio non sono minimamente grasse. Un tocca sana! Noi in famiglia ne andiamo ghiotti 🙂

      • Non avevo mai sentito questa con le alghe! Li proverò!
        Grazie per la risposta!
        Infatti alternò anche io la pastina al riso, ai 4 cereali ..ecc

      • Ciao mamme, la mia bimba di 4 mesi comincia a succhiarsi il pollice! Cosa faccio la lascio o insisto a toglierle la mano? Cosa mi consigliate?

      • Io Ale, non ho avuto questo problema, ma una mia amica sì e ora che la bimba è grande non sa piú come fare per farla smettere. Io direi di essere decisa fin da ora e di toglierle sempre la manina. Mettile una di quei guantini senza dita!!! Così ha la mano sempre coperta e non riesce a ciucciare. Io lo farei…

      • Grazie del consiglio, ero un po’ in pensiero, si la fa star buona ma poi se non riesce più a toglierselo??!mah.. Proverò 😉

  10. Ciao Jess,

    ti scrivo ancora… ti dicevo che per le mie bimbe il “problema” è l’addormentamento, però fortunatamente una volta addormentate, poi la maggior parte delle volte tirano fino al mattino, oppure se si svegliano è solo per il ciuccio. Anche se capita all’incirca una volta a settimana in cui si svegliano e stiamo anche 1 ora prima che riprendano sonno.
    Infatti è per questo che mi chiedo spesso in cosa sbaglio.. comincio ad analizzare i momenti della giornata precedente per capire se è cambiato qualcosa rispetto agli altri giorni… vabbè cmq ho deciso che da stasera provo a creare un altro tipo di rituale… vediamo se funziona!

    per quanto riguarda il lavoro, io non sono una che vuole lavorare per forza, certo però che stare tutto il giorno con due bimbe è pesante, e ti annulla (io sono stata un anno in maternità) e quindi da una parte mi ha fatto piacere riprendere il lavoro.
    Il problema secondo me è il tipo di lavoro, l’ideale sarebbe lavorare part time per poi dedicare il resto del tempo ai figli. Ma se uno esce alle 8.30 per tornare se va bene alle 18.30 e mettere a letto i bimbi alle 21… ma alla fine mi chiedo, quanto ci stai con loro??

    In questo periodo poi abbiamo un’altra situazione “anomala”… è da circa 10 giorni che una delle due fa la pazza al momento del bagnetto! L’ha sempre adorato, invece ora dopo meno di un minuto che sta in acqua comincia a piangere e si alza in piedi, vuole uscire e quindi dobbiamo essere necessariamente in due per lavarla!

    Avete mai vissuto una situazione del genere? C’è chi mi dice che capitano queste fasi…. ma bho? così senza motivo? oppure un motivo c’è e devo cercare di capirlo??

  11. Ciao a tutte. E’ la prima volta che scrivo. Ho due gemelli eterozigoti di 4 anni , Mattia e Simone, e un altro bimbo, Gianmarco, di 7 anni!
    La domanda o il consiglio che volevo chiedere e’ su come vi siete orientate o vi orienterete nell’iscrizione dei gemelli alle scuole elementari. Classi separate o insieme?io sarei molto molto orientata all’iscrizione in classe separate, pero’ sono anche molto combattuta! Ora frequentano l’asilo e stanno nella stessa classe. E’ ancora presto, ci manca ancora un altro anno alle elementari ma ci penso spesso.
    Grazie a presto Maria Teresa

    • Ciao Maria Teresa, benvenuta nel gruppo!
      Il tuo contributo è davvero molto interessante ed infatti nelle prossime settimane scriveró un post specifico e vediamo che risposte riceveremo. Ad ogni modo, ti anticipo, io ho separato i gemelli anche nel secondo anno di nido e ti diró, ho giá visto dei benefici e nessuna conseguenza negativa. Ne deriva quindi che, a maggior ragione, li separeró anche a scuola.
      A presto e grazie ancora per lo spunto!

  12. Ma che bello il tuo blog, mi piace molto anche questa idea del confronto! Ma non hai mai scritto niente per “Mamme in Primo Piano”? So che pubblicano le storie che inviano le mamme con la loro esperienza, tu saresti perfetta!

Qualcosa da dire? Lascia un tuo commento e preferibilmente fallo quí e non su FaceBook! :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...