Messa a Letto Difficile: l’SOS di Una Mamma in Cerca di Consigli

Standard

85153“Son mamma di due gemelli di quasi due anni e di una bimba di 4. Ho visto ora il blog…è ancora attivo??? Ho bisogno disperatamente di consigli, ho ripreso a lavorare da tre mesi e ho qualche difficoltà…

Il problema più grosso ora è la loro gelosia e il momento dell’addormentamento. Vogliono addormentarsi entrambi con me nello stesso momento ma in modo esclusivo e…io sono una! Il papà non riesce a distrarli e finisce sempre che piangono e poi a seconda delle sere si escogita qualcosa tipo passeggino gemellare o si fanno giocare fino allo sfinimento… Ma è frustrante, dovrebbero addormentarsi in modo più tranquillo…calcola che poi ho un’altra bimba di 4 anni che si addormenta nel suo letto ma vuole la compagnia di mamma o papà fino all’ultimo per cui di solito i gemelli toccano a me..a meno che io faccia la notte in ospedale allora alle 21.10 scappo dopo aver addormentato la grande e mio marito li fa giocare fino all’ultimo…passerà questa gelosia??????????ma quando????

Comincio con il far presente che il blog è inversamente proporzionale alle ore di sonno che schiaccio a notte: quando i bimbi dormivano poco (o nulla) non uscivo di casa e quindi per sfogarmi usavo la tastiera del pc. Ora invece, dato che i bimbi hanno quasi 5 anni e hanno finalmente capito come si dorme, se non sono al lavoro sono spesso fuori casa e conseguentemente il pc passa in secondo piano.  Detto questo: hai ragione! Lo devo animare un po’ questo blog da ex mamma frustrata (comunque considera che questo mio nuovo atteggiamento dovrebbe dare speranza a tutte voi che siete ancora alle prese con i primissimi anni dei gemelli succhiavita: c’è speranza, fidatevi!)

Venendo al punto: non sono mai arrivata alla situazione in cui ti trovi tu e proprio perchè temevo di fare quella fine. Ho sempre velocizzato al massimo il momento della “messa a nanna” e tutti i rituali delle coccole pre-sonno, li sto mettendo in atto ora che, a 5 anni, riescono a capire quando mamma deve andare. Detto questo, credo che la soluzione al problema sia sempre e solo una: se una cosa non va bene per mamma e papà, alla lunga non va bene per nessuno perchè se si inizia a “temere il momento”, difficilmente si potrà poi dare il massimo di se come e quando i bimbi vogliono. Io, quando riscontro il crearsi di una tendenza che non va continuo imperterrita con la tecnica del soldatino rosa e devo ammettere che continua a funzionare bene. Se fossi in te farei quindi così: non garantirei mai prima di dormire un momento di esclusività ai tre: MAI. Lo ricercherei solo nell’arco della giornata (avendo però l’accortezza di dedicargli un momento davvero di qualità) e poi, quando sono già a letto, darei a tutti un’amorevole coccola (medioveloce), un bacio squisito e una stritolata d’amore. Passerei poi repentinamente al secondo lato del bipolarismo da mamma gemellare “pseudoisterica” ovvero quello del soldatino, e farei presente a tutti e tre che ORA SI DORME e ci si addormenta da soli. Ultimo, sincero e rassicurante sorriso da pazza schizzata e…fuori!

Mi preparerei per una settimanuccia di tragedie greche: urla, pianti, implorazioni, messe in scena apocalittiche, ma….non cederei. Mamma li segue al 100% quando il sole splende ma almeno con il buio, deve poter seguire se stessa e farsi coccolare dal marito (attenzione: quest’ultimo deve attendersi al ruolo di coccolatore disinteressato altrimenti la resistenza di mamma potrebbe vacillare e quindi cedere. Se mamma cede…è colpa del marito ;-)).
Sono sicura che giorno per giorno i capricci si farebbero più brevi fino a scomparire. Ogni “vizio” necessita di tempo per essere risolto e questo vale sia per adulti che per bambini. L’importante è essere convinti di volerlo risolvere, costanti e coerenti.

Questa, ripeto, sarebbe la mia tecnica di sopravvivenza. Non fa legge. L’ho testata solo sui miei bimbi, all’interno della mia personalissima circostanza familiare e quindi va presa per quello che è. Ora spero che le altre mamme possano darti il loro consiglio. Facci sapere come evolve la situazione. Un abbraccio affettuoso, sincero al 100% ma veloce quanto un cambio di pannolino.

Annunci

Qualcosa da dire? Lascia un tuo commento e preferibilmente fallo quí e non su FaceBook! :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...