Archivio mensile:dicembre 2013

Babbi Natali immobilizzati, maestra sculettante e genitori da circo: Recita di Natale 2013

Standard

???????????????????????????????La recita di Natale, si sá, è tanto una “pizza” per l’uomo comune quanto una meraviglia del paradiso per i genitori coinvolti.
Io, pochi giorni fa ho avuto la mia….

Premetto: ci vado di gusto per godermi il momento ma ogni volta che partecipo a queste cose non posso non combattere contro l’istinto di mamma. Giá perchè, se da un lato sto con gli occhi puntati verso i miei bimbi (praticamente quelli che gli stanno attorno/accanto/dietro o davanti sono sempre invisibili…una madre vede sempre e solo il proprio figlio), dall’altro sento l’incontenibile voglia di girarmi e filmare non i bimbi che cantano, ma i genitori che “scemonizzano”.

Vi assicuro che è davvero divertente: mentre i piccoli rimangono immobili con le dita in bocca, le gambe semi paralizzate, la bocca che poco a poco si inclina sempre piú verso il basso, i genitori, dall’altro lato del palcoscenico, fanno davvero di tutto. Lottano e si sballottano per la posizione migliore, s’infilano uno davanti all’altro per ottenere Leggi il resto di questa voce

Annunci

IL TUO BAMBINO DORME SCOPERTO? TUTTO MERITO DEL GRASSO BRUNO!

Standard

dormire scopertiMe lo sono chiesta mille volte: ma come mai quei due pirloni dei miei bimbi dormono scoperti e non sono mai freddi?!

Ho passato gli ultimi due anni e mezzo a coprirli, a “legare” le coperte affinchè non le calciassero via, ad alzarmi nel cuore della notte per controllare non fossero assiderati ma…niente! Non c’è verso: loro, che siano svegli o dormienti, non vogliono essere coperti.
La cosa sorprendente è che non sono mai freddi…anzi, tendono addirittura ad essere sudati anche se il pigiamino che hanno addosso non è dei piú caldi.

Se anche tu sei una mamma che si è sempre confrontata con la lotta alla coperta volante, bene oggi è anche il tuo giorno fortunato perchè finalmente ho scoperto cosa succede ai nostri piccoli calorosi: sono pieni di grasso bruno!
Bruno!!! E non mi riferisco all’orsetto di Ale che si chiama proprio cosí, ma ad un grasso di cui sono particolarmente dotati i bambini (oltre agli animali che vanno in letargo). Leggi il resto di questa voce

CAPPUCCETTO ROSSO: PAPÁ RACCONTA, BIMBI STORPIANO E GIANCARLO CI SALVA.

Standard

cappuccetto rossoRaffa inizia a raccontare (non leggendo) la favola di Cappuccetto Rosso in italiano, ed i gemelli sono pronti ad ascoltarlo. Io sdraiata tra i tre uomini, ascolto il dialogo.

Raffa…la bambina con il cappuccio roso (lui, da bravo spagnolo, dice roso non rosso) prende il gatto Isidoro (???) e parte per andare nel bosco a trovare la nona (non nonna)”
Leonooo, gatto no…lupo papá!
Raffano, Leo, il lupo arriva dopo, ora lei va con Isidoro
Aleno, Isidoro no papá. Non c’è!
Raffa “sí, oggi c’è anche Isidoro!”
– “…cammina, cammina, Cappuccetto Roso vede dei bei fiori e decide di raccoglierne un po’ per portarli alla nona“. Leggi il resto di questa voce