UN PUZZLE A TRE PEZZI

Standard

maternita-klimtLa sera li metto a letto, do loro qualche coccola, un appassionato bacione e poi esco. Aspetto ansiosa 5 minuti fino a quando sento la loro tenerissima vocina…”mammaaaa”. So giá cosa vogliono, ma rientro facendo la “dura”: “Cosa c’è! E`ora di dormire!” Ed è in quel momento che mi lascio prendere dal punto debole delle mamme: mailterprerare un evidente tentativo di “tirala per le lunghe”, come una disinteressata richiesta d’affetto.

Mi guardano, si spostano da un lato della culla e battendo con la manina sul materasso mi dicono “mamma coccole letto“. Ed è cosí che mamma rimbambita entra nella culla, si fa piccola e si raggomitola per stendersi al lato di due cuccioli profumati. Mi affernno con un braccio (pesanetemente gettato sul collo) mi stringono, mi annusano e sorridono furbescamente. Ogni tanto peró, intuisco il loro sentimento attraverso le occhiate piene di amore che mi lanciano ed i sorrisi che sono talmente genuini da sembrare quasi imbarazzati.

Ed é cosí che rimaniamo insieme, incastrati come tre pezzi di un puzzle.

È decisamente il momento piú bello della giornata.

Annunci

»

  1. ma sei proprio la jessics ke non si faceva abbracciare e riempire di baci??mi sa ke la maternita ti ha sciolto..vogliamo le 3-4 pargole f-c…

Qualcosa da dire? Lascia un tuo commento e preferibilmente fallo quí e non su FaceBook! :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...