BAMBINI IN AEREO TRA ORCHI E PRINCIPI AZZURRI

Standard

viaggio-in-aereo-con-i-bambiniPrendere l’aereo soprattutto con Ryanair si sa, non è cosa piacevole. Prenderlo con Rayanair ed i gemelli è decisamente pericoloso.

Quando non avevo figli mi organizzavo cosí: cercavo di imbarcarmi tra le ultime persone in modo da poter evitare con scrupolosa attenzione quei sedili che si trovavano anche solo approssimativamente vicini a dei bambini o a gente apparentemente fastidiosa. Volare non mi piace e farlo tra strilli e cazzotti è ovviamente ancor meno piacevole. Detto questo peró, sono sempre stata una persona educata: se mi capitava il piccolo compagno di volo, me ne facevo una ragione e sparavo il volume delle cuffie a palla. Problema “risolto”.

Con Ale e Leo la situazione è cambiata. Ora devo:

– imbarcarmi tra i primi per poter prendere i posti migliori (ovvero quelli che mi danno almeno quei 5 cm di spazio in piú per far in modo di potermi giostrare con meno rabbia) e che consistano in almeno 4 sedute adiacenti.

–  assicurarmi di avere a portata di mano il bagaglio contenete utensili vari quali: giochi, un paio di pannolini di emergenza, il cibo, l’acqua, il golfino (per quando Ryanair inizierà a ibernarci), i ciucci, i dodi, le figurine, i libricini, i coccodrilli, ecc…

-osservare ed interpretare il volto di chi rischia di prendere posto accanto a noi: se mi sembra uno spaccamaroni lo avviso subito “se si siede qui non riuscirá a leggere, dormire, pensare agli affaracci suoi. Qui i miei, sono i suoi problemi per almeno un paio di ore“.

– individuare l’hostess apparentemente più gentile e premurosa (cosa difficilissima) per affidarle un pupo in caso io debba andare al bagno.

– Fatto questo, inzio la manipolazione del compagno di viaggio piú prossimo a noi. Lo devo plasmare al fine di renderlo amichevole, paziente e giocherellone (cosí magari me li intrattiene un pochino) e quindi inziano i sorrisini, i complimenti (per….l’orologio, maglione, ecc..). Se vedo che reagisce bene e sorride ai gemelli, allora gliene sgancio uno con la pretesa del “di ciao a questo signore…bravo…dagli un bacino..” (uso sempre Leo che ha la vocina piú tenera ed innocente….adolcisce di piú rispetto al brusco Ale). Una volta fatto tutto questo solitamente la persona si è già compromessa poichè ad una donzella gentile non puó che aver risposto in modo altrettanto cortese e quindi si è già fregata. A questo punto infatti, si sarà dimostrata cordiale ed aperta al “dolce” mondo dei bambini…cosa che gli renderà difficile trasfromarsi in orco cattivo pronto a lamentarsi per la furia delle prossime ore di volo. 

Di orchi infatti, in aereo ne trovo sempre tanti. I passeggeri non sopportano i piccoli vaiggiatori (cosa normale) ma sono spesso i  primi ad essere elemento di disturbo e maleducazione. Ho trovato persone che da due file di distanza mi gridavano di far stare zitti i bimbi, di non portarli in viaggio che sono piccoli e quindi fastidiosi. Gente maleducatissima che pretende l’impossibile da dei bimbi (che badate bene, sono costantemente ripresi dalla madre e tenuti a bada nel modo più educato possibile) e nel frattempo si toglie le scarpe puzzolenti, si fa bagni di profumo soffocanti, lancia a terra cartacce (che i miei figli raccolgono come fossero giochi) e mastica chewingum a bocca spalancata…

Tutto questo per dire che ci sono occasioni in cui i bambini svegliano l’istinto omicida della gente e l’aereo credo sia in cima alla lista delle black locations. Chi ha dei figli lo sa, ma tutti gli altri sembrano non essere consapevoli che: i bimbi, soprattutto se hanno meno di 2 anni, sono assolutamente incapaci di comprendere la “claustofobica modalitá volo” e quindi di frenare il loro impulso al capirccio. I genitori posso essere i migliori del mondo ma ci sono momenti in cui ogni rimedio sembra non funzionare. Ci vuole pazienza, comprensione ed educazione.

Piccola parentesi: le persone piú educate e collaborative sono – con mia grande sorpresa – i maschi di età compresa tra i 20 ed i 40 anni (soprattutto se viaggiano soli). Seguono le donne (dalle infanti alle 50enni). I peggiori sono gli over 50, le donne vip che viaggiano sole e i gruppi di boys in festa per qualche addio al celibato. Orrore. 

 

Annunci

»

  1. Un po’ di tempo fa avevo sentito il raccapricciante suggerimento di dare ai bambini lo sciroppo per la tosse, intendendo quello USA che, per non so quale principio, li fa dormire (catatonici e pesanti come sotto anestetico). Quindi quando vedo bimbi che giocano, tiro un sospiro di sollievo. Ma anche se gridano e fanno confusione. Per noi genitori e’ dura, certamente, ma per fortuna capita sempre di trovare persone complici, almeno per dieci minuti a persona 🙂

    • ‘E vero…anch’io ne ho sentito parlare e in un paio di occasioni mi è stato pure consigliato. Che dire…io credo che il sonnifero se lo dovrebbero prendere quegli stessi adulti che si lamentano tanto. Se credono sia la giusta soluzione che se lo bevano e meglio per loro: in questo modo non avvertirebbero nemmeno tutte le altre conseguenze by Ryanair 😉

  2. eheheh…che ricordi!!!! i gemelli son proprio dei rompi scatole 😉 😉 😉 ricordo di aver fatto avanti e indietro per l’aereo camminando circa 5000 volte 😉 😉 😉 cari loro!
    Comunque a tutti quelli che rompono le scatole farei l’inseminazione artificiale, così poi si rendono conto anche loro quello che vuol dire … non sono mica macchine con il tasto off!!!!

    • ahahahah l’opzione inseminazione mi ha fatto morire dal ridere! Sarebbe davvero una bella vendetta! ahahha della serie “malocchio”..Grazie Greta! per il commento e per l’aiuto nel viaggio di quella volta. Torna pure a trovarci quando vuoi!

Qualcosa da dire? Lascia un tuo commento e preferibilmente fallo quí e non su FaceBook! :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...