ADDIO AL PASSEGGINO O…ADDIO AL GEMELLINO?

Standard
gemelli che scappano

gemelli che scappano

Non ce la faccio. Qualche genitore di gemelli mi deve dire come ha gestito la questione “prime passeggiate senza passeggino“.

Io non sono mica una mammina dolce e coccolosa, anzi credo di sembrare piú un cane pastore che una chioccia eppure, non riesco a domare Ale e Leo quando usciamo per strada a fare una camminata. Le possibilitá sono poche: o li tengo per mano, stritolandogliele, o mi scappano continuamente da un marciapiede all’altro.

Non riesco a discipilarli in questo campo. COME SI FA????!!! Help!

Se andiamo in un parco o comunque in una zona chiusa, non ci sono problemi: uno corre di qua, l’altro di là ed io saltello di qua e di là come una cavvalletta impazzita ma nonostante tutto, con la consapevolezza che non possono scappare piú di tanto. Se peró andiamo per strada la cosa è ben diversa perchè macchine, tombini, cacche lasciate a terra da incivili propietari di cani, cartacce, e distrazioni varie mettono a dura prova il mio ritmo cardiaco e l’incolumitá dei gemelli. Del resto, all’età di due anni il passeggino è ormai una questione archiviata: non posso piú spingere quei complessivi 40 kg di peso e menchemeno qui a Marbella dove è tutto un saliscendi.

Le opzioni che mi sono state proposte e che io ho bocciato sono le seguenti:
– “stare più tranquilla che tanto non puó succedere nulla di che” (consiglio di gente che non ha figli)
– usare dei “guinzagli” che per mezzo di una cintura mi dovrei legare alla vita  (lo farei anche ma non ne ho trovati di compatibili con l’agilitá di una mamma che dovrebbe andare in giro con due animaletti che mi strattonano da 360 gradi.
– andare con il passeggino vuoto e loro accanto: il primo che sgarra alle mie indicazioni si mette a sedere (provato: ho dovuto spingere i 40 kg per mezz’ora. No way).

Quindi? Qualcuno mi sa consigliare delle tecniche di educazione stardale per gemelli duenni?

Io per ora sto lavorando sulla loro psiche: gli sto facendo degli “scherzetti” con delle auto in modo che si spaventino e le prendano come pericolossissimi mostri a cui prestare particolare attenzione. Sembra funzionare, ma non sono sicura che sia un metodo molto carino….e poi le distrazioni da passeggiata sono molte altre…

Va beh…attendo consigli utili e pratici nel frattempo….rimaniamo chiusi in casa fino all’arrivo di papá.

Annunci

»

  1. io avevo usato il guinzaglio, malgrado le critiche del parentado, dava autonomia al bimbo e tranquillità a me…era proprio una specie di imbracatura pettorale con “un guinzaglio” tornando indietro, la riuserei…

  2. Io ho avuto un’idea, rivista ma rubata alle maestre del nido, che al pomeriggio sono solite portare i bambini in passeggiata e ci riescono. È vero che sono in due ma hanno 10 bambini…usano una corda con diversi nodi, uno per bambino e così fanno una fila con le maestre alle estremità e i bambini in mezzo con la manina appoggiata ad ogni nodo. Ok che Orsago non è Marbella ma le macchine e i ciclisti ci sono e i bambini sono disciplinatissimi. Ho pensato che nel tuo caso potresti tenere un capo della corda, mentre l’altro lo dai ad uno dei gemelli, evidenziando che si tratta del più bravo, creando un pò di competizione fra i due che magari, con un pò di fortuna, si tradurrà in un’escalation di compostezza. Premetto che non conosco le dinamiche fra gemelli in generale quindi magari la mia idea è diseducativa, ma magari invece no…faccio il tifo per te!
    Ps: se va male puoi sempre usare la corda per legarli e giocare a fare i gemelli siamesi!

  3. Cavolo questi sì che sono dilemmi! Io già faccio fatica a stare dietro (in casa!) ad una gattonatrice… non oso pensare come si fa a uscire di casa con due bipedi schegge!!!! Non ti invidio!! B.

  4. Anch’io ho provato con le redinelle..ma è un vero casino!! le mie gemelle appena si sentono le redini intorno alla vita diventano due diavoletti e non vogliono essere tenute e fanno capricci!! Dovrei provare con la corda con i nodi come dice Valle..magari funziona!! Vi farò sapere!! Grazie ciao Fiorella

  5. Ciao!! sono capitata sul tuo sito per caso (via “scialorrea”!) e certi tuoi post mi hanno fatto davvero ridere a lacrime. Sono mamma di due gemelle e devo dirti che nel tempo libero (poco: in questo caso per fortuna!) mi sono fatta una marea di problemi inutili. Per fortuna il tempo risolve tutti quei problemi che in realtà sono solo nella nostra testa.
    Come te non vedevo l’ora di abbandonare il passeggino. Considera che abito a Roma, quindi marciapiedi perennemente occupati dalle auto ma anche attraversamenti pedonali da brivido: come fai, sbagli.
    Di quella fase ricordo prima l’incubo di fare qualunque seppur breve tratto a piedi con le due pesti che si distraevano a turno, o peggio volevano stare ambedue in braccio(!!!), e poi i momenti di panico al parco perché una andava verso un’uscita e la sorella si avviava verso l’altra (e spesso avevo anche il cane, l’unica ad essere al guinzaglio…certe volte ripensando a quel periodo mi sento una pazza).
    Anche io ho lavorato sulla psicologia del terrore, forse non è la strategia ottimale, però intanto le bambine sono arrivate intere (!) ai tre anni e mezzo. E comunque si sono abituate rapidamente a camminare in modo abbastanza autonomo senza farmi venire infarti.
    Credo che abbia aiutato lo stare, nel periodo estivo, in un posto dove le strade sono veramente tranquille e le poche macchine che passano vanno a 15 all’ora.
    Io eviterei accuratamente le corde: soprattutto se sei da sola, possono essere pericolose. I bambini sono sempre portati ad arrotolarsele al collo e con due figli la cosa diventa davvero un rischio.
    Unico consiglio che posso darti: come allenamento, porta al parco i gemelli in auto o bus e li’ cerca di fare delle passeggiate “educative” sui viottoli.
    in bocca al lupo!

    • Ciao bismamma! Grazie per i complienti e soprattutto dei consigli! Hai proprio vero che i problemi stanno nella nostra testa prima che nella realtá dei fatti, ma purtroppo per noi, la nostra testa ci comanda al 100%. Ad ogni modo ho provato ad uscire senza corde e startagemmi avri e devo dire che le cose stanno andando abbastanza bene…quindi…tutta dritta e speriamo vada sempre meglio! Un abbraccio a te e alle tue gemelle…spero di potermi confrontare ancora con voi visto che siete un po’ piú avanti di noi e quindi ci fate da pioniere! 🙂

Qualcosa da dire? Lascia un tuo commento e preferibilmente fallo quí e non su FaceBook! :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...