BAMBINI AVVELENATI, PISELLI NUDI ED AMICHE OTTANTENNI Il bilancio della vacanza a Cabra

Standard

Siamo tornati! Vacanza del terrore terminata e devo ammettere che di pauroso c’è stato qualche evento sì, ma che non aveva nulla a che vedere con i fantasmi. La casa è meravigliosa: enorme, antica e decoratissima (anche un po’ troppo) e conserva ancora quel fascino da vita campestre stile primi del ‘900. Un vero salto nel passato!

Di pauroso c’era solo il lungo corridoio buio che portava al bagno. Vi dico solo che le pareti che lo componevano erano “ricamate” da simpatiche finestrelle che davano su tre camere da letto (una più tetra dell’altra) e che, manco a dirlo, avevano l’optional di solide e grosse sbarre di ferro. Avete presente quelle delle prigioni? Uguali. Non mi spiego ancora perché delle stanze per dormire debbano avere delle inferriate del genere. Inoltre, ogni camera era dotata di una vecchia porta in legno bloccata con un lucchetto arrugginito. Sarete d’accordo con me se dico che cresce l’ansia quando di notte vi dovete alzare per andare a fare pipì e vi ritrovate a percorrere un corridoio del genere…

Ad ogni modo la “vacanza” è trascorsa tranquillamente: no fantasmi. Con questo non voglio dire che tutto sia trascorso tranquillamente perché comunque ero in compagnia di suoceri e bisnonna dei gemelli. Uff….quanta pazienza, ma non vi voglio annoiare con le solite beghe tra parenti acquisiti (o quasi).

Vi lascio con un elenco dei momenti salienti della settimana:

– Leonardo che si ciuccia una pastiglia di veleno per i topi che la diligente bisnonna aveva messo sotto il divano (emergenza tamponata per tempo = no gravi conseguenze);

– ho conosciuto tutte le vecchiette del paese perché certo, nell’unica piazza di Cabra, un’italiana con due gemellini, fa notizia! Sono stata travolta da baci sudaticci di almeno quindici vecchiette sconosciute che mi davano il benvenuto (???!!!??) e mi interrogavano per bene. Sono sicura di aver fornito loro materiale per almeno un mese di pettegolezzi!

– Mai visto un paesino così diroccato e così sfornito. Non si trovano supermercati ma solo drogherie comunque sprovviste di: frutta, verdura, pietra pomice, vaniglia per torte e palloni acquatici;

– giovedì giornata di mercato, esco tutta contenta perché finalmente “c’è qualcosa da fare” e mi ritrovo con: una bancherella di frutta (sacra agli occhi dei poveri paesani che non possono dimenticarsi di fare il rifornimento settimanale), una di scarpe (per soli anziani), una di vestiti (per soli anziani) e una di caramelle e dolci. Stop. Giro al mercato durato 2 minuti e solo perché intercettata della Pepa e da la Virginia che già mi chiamano per nome

fughe di gas (con conseguente vampata di fuoco) provenienti dal vecchio fornello della cucina;

bisnonna che mi comanda a bacchetta come fossi la sua badante;

– entrata in camera dei suoceri (che credevo fosse vuota) e conseguente vista del suocero nudo. Pessima figura…ad un mese dal matrimonio poi….

   

Annunci

»

  1. ooooo nooooooo!!!! il suocero nudooooo!!!!!! non ci voleva… diciamo che tutti i punti che hai elencato danno proprio il senso di una vera settimana del terrore, forse faceva parte tutto di un test..ora che ne sei uscita viva hai il via libera per il matrimonio ed entrare a tutti gli effetti in famiglia!…ci può stare 🙂 heheeee

  2. Grazie del complimento Ghignagatto! no, in effetti la pietra pomice non era di vitale importanza, ma serviva alla bisnonna e non era certo piacevole sentirla “smaronare” tutto il santo giorno per via del fatto che non si poteva limare i calli dei piedi! Blaaaaaaaaaa 🙂

    • hahahha…a me sembra più che altro il diario di Bridget Jones, solo che tua a differenza sua sei già mamma (doppia) e quasi sposata e non una single disperata…non so a chi delle due vada peggio 😉 comunque Jessica il tuo blog è davvero divertente!brava!

  3. Ah ah ah
    Mi fai morire!

    Io una gaffe simile l’ho fatta scorrendo dall’i-pad le Foto Di una vacanza, ne è comparsa una non esattamente consona agli occhi dei suoceri!

    Dovresti tradurre il blog in inglese Jess!
    So Che Sei super busy ma pensaci!!

Qualcosa da dire? Lascia un tuo commento e preferibilmente fallo quí e non su FaceBook! :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...