LA VACANZA DEL TERRORE “ALLA CAPRA SATANICA”

Standard

Non ci sono. Questo post è stato programmato; in realtà l’ho scritto 5 giorni fa prima di partire per una “vacanza” in compagnia dei quasi suoceri. Forse questo, potrebbe essere più un testamento che un post :-).

NON AVETE IDEA DI DOVE STIA IN QUESTO MOMENTO! Vi dico solo che è un paesino sperduto tra gli olivi della provincia di Jaèn dove, manco a dirlo, i cellulari non hanno una grande utilità per via del fatto che non c’è campo. Per non parlare di internet…ce l’hanno solo pochi eletti e a quanto mi si dice non funziona nemmeno molto bene.
Il paesino in questione si chiama Cabra del Santo  Cristo  (sì, italiani, avete capito bene ‘la capra del Santo Cristo’…suona a nome satanico, no?) ed è il pueblo d’origine del padre di Rafa, Rafael (questo sarà l’argomento di un altro post: per chi non lo sapesse gli spagnoli sono soliti scegliere  4-5 nomi e riciclarli mille e mille volte di generazione in generazione).

A quanto pare tutta la famiglia del mio ragazzo è molto affezionata a questo paesino perchè:
– ci sono nati tutti gli zii paterni di Raffa = molti ricordi;
– hanno un’enorme casa colonica che si dice essere molto, molto fresca (motivo per il quale ci vanno a passare l’estate);
– ha quel sapore di comunità-famiglia che difficilmente si avverte in città.

Io invece, oltre a non avere particolarmente a cuore il luogo in questione, lo vivo come:
– ci è morto il nonno, il bisnonno, la bisnonna e chissà quanta altra gente;
– ed essendo la casa ANTICA ed ENORME ha tutto l’aspetto di essere infestata dai fantasmi dei suddetti avi. Se poi ci aggiungiamo che la corrente è solo generata e non installata, allora capirete più a fondo le mie preoccupazioni. Isolata, sperduta tra le aride montagne andaluse e circondata da strane presenze. Sì perchè, sebbene io non sia una persona impressionabile, Rafa ha pensato bene di raccontarmi tutte le leggende che circondano quella casa e per tanto, non ci sarà modo di pensare ad altro quando dalla mia buia stanza dovrò percorrere il lungo corridoio scricchiolante per arrivare all’altrettanto buia e sinistra stanzetta in cui dormiranno i gemelli.

Che altro dire: certo, ci starò una settimana con i suoceri e la bisnonna di Ale e Leo. E’ sufficiente?

Bene, a questo punto non mi resta che salutarvi e sperare di poter tornare a scrivere il prima possibile.

P.S. Mio suocero ha un blog tutto suo all’interno del quale c’è una sezione dedicata ai suoi ricordi a Cabra. Fatevi un’idea e visitate ‘Cabra en el Tiempo‘ de Rafael Fernandez Ochoa.

Annunci

»

  1. Mi hai fatto venire in mente l’ambientazione della “Casa degli spiriti”!! Buone vacanze!!!

    P.S. Solo il fatto che faccia fresco mi farebbe convivere serenamente con il peggiore dei fantasmi….

  2. Segnale di di vita: riesco a connettermi alla connessione di qualche fatasma vicio. Credetemi che il paesino è anche peggio di quel che si puo’ immaginare: orribile! Passo e chiudo xè la connessione è un disastro. Ci sentiamo luned’i!

  3. come prosegue la “vacanza” tutti sani e salvi ancora? c’è stato qualche fenomeno paranormale interessate? facci sapere…

    • Eccomi: altra occasione per scroccare un po’ di connessione dei vicini!
      No, niente fantasmi ma credetmi che sono l’unica cosa che manca a questo paesino. Paeggiando per le 4 stradine di cui dispone sembra di stare in un paese dei primi del ‘900 ma appena uscito da una guerra: case abbandonate, diroccate, rotte, fili della corrente scoperti e penzolanti, mattoni a vista, stradine con buchi enormi…insomma…un disatro. Diciamo che per un buon 70% ‘e disabitato! Mi fanno una pena quei pochi bimbi autoctoni…. In compenso la casa ‘e si vecchia e apparentemente infestata dai fantasmi ma è bellissima! In poche parole, tra paesino e abitazione mi sembra di vivere ai tempi dei nonni. Ti dico solo che c’e’un solo negozio in cui si vende di tutto: dai dolci, alle caramelle, giornali, vestiti, cartoleria, ferramenta…e il tutto in 5 metri quadrati! Nell’unico supermercato invece non c’è frutta, verdura, cous-cous, balsamo per capelli e insetticida. yuuuuuuuuuuuuuu

Qualcosa da dire? Lascia un tuo commento e preferibilmente fallo quí e non su FaceBook! :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...